I pidocchi della testa

  1. Controlla i capelli del tuo bambino ogni settimana
  2. esegui immediatamente il trattamento
  3. avvisa subito la scuola

Cosa succede se il vostro bambino prende i pidocchi.
Niente panico, qualsiasi bambino può avere i pidocchi e il trattamento non è difficile.
Iniziate il trattamento immediatamente e controllate la sua efficacia.
Vostro figlio può riprendere la scuola dopo che avete iniziato un trattamento efficace.
Avvertite subito la scuola; è probabile che altri bambini a scuola abbiano i pidocchi. La scuola potrà avvertire tutte le famiglie di controllare attentamente i capelli ogni due giorni. Questo diminuirà la possibilità che vostro figlio prenda i pidocchi un’altra volta.

Cosa è necessario sapere sui pidocchi della testa
I pidocchi della testa sono piccoli insetti. I pidocchi non hanno ali e perciò non possono volare. Essi si spostano da un capello all’altro, ma non possono saltare. I pidocchi vengono in genere trasportati da una testa all'altra tramite sciarpe, berretti o altri capi di vestiario oppure utilizzando in comune spazzole o pettini. Ovviamente, si diffondono più facilmente da una persona all’altra mediante contatto diretto testa a testa.
Sul cuoio capelluto si possono trovare contemporaneamente pidocchi adulti, giovani e uova.
Chiunque può avere i pidocchi, essi non hanno preferenze per colore di capelli, età o gruppo etnico delle persone; anche il grado di pulizia dei capelli non ha influenza sulla presenza o meno dei pidocchi. La forfora può essere scambiata per uova.
I pidocchi della testa sono un fastidio, ma non causano malattie.

Perché e quando cercare i pidocchi
L’unico modo per accorgersi precocemente della presenza dei pidocchi è il controllo settimanale della testa (principalmente vanno controllate le zone della nuca, dietro le orecchie e sul vertice superiore della testa).
Trovare precocemente i pidocchi rende più facile il trattamento.
Controllate la testa del vostro bambini almeno una volta alla settimana. Per non dimenticarsi è bene farlo sempre lo stesso giorno della settimana. Se c’è stato contatto stretto con qualcuno che ha o che ha avuto i pidocchi o se la scuola ha comunicato la presenza di casi di pidocchi, controllare ogni due giorni per 10 giorni consecutivi.

Come cercare i pidocchi.
La presenza dei pidocchi sulla testa spesso passa inosservata; la semplice osservazione dei capelli è di solito insufficiente. I pidocchi vanno cercati con molta attenzione, aiutandosi con l’apposita pettinina.

Come intervenire
Usando la pettinina per cercare i pidocchi si ottiene allo stesso tempo la rimozione dei pidocchi.
SE SI TROVANO I PIDOCCHI, eseguire immediatamente il primo trattamento utilizzando gel o shampoo antipediculosi comunemente in commercio e la pettinina.
Rispettare scrupolosamente le indicazioni riportate sulle confezioni di gel e shampoo.
Asciugare la pettinina su un fazzoletto di carta dopo ogni passata. Controllare se ci sono pidocchi, in buona condizione di luce, aiutandosi eventualmente con la lente.

Vi suggeriamo di eseguire il trattamento con specifico prodotto e continuare ad usare la pettinina per la rimozione completa. Successivamente, utilizzare la pettinina come prevenzione dopo ogni shampoo.

Nei giorni successivi al primo trattamento, controllare i capelli continuando il trattamento per 10 giorni.
Dopo 10 giorni dal primo trattamento, a distanza di circa 4 giorni, eseguire per sicurezza un secondo trattamento, che serve per eliminare eventuali giovani pidocchi cresciuti da uova passate inosservate.



Pulizia del materiale impiegato

Mettere i fazzoletti in un sacchetto di plastica, richiudendolo e gettarlo nella spazzatura.
Lavare i pettini in acqua bollente (tolta dal fuoco!) e sapone per 30 secondi per essere sicuri che i pidocchi siano morti. Quando l’acqua si è raffreddata, usare lo spazzolino per rimuovere eventuali detriti dalla pettinina.
Tutti gli indumenti, lenzuola coperte, piumoni, copri-divano, cuscini, giochi... devono essere lavati a 60°(se possibile, usare candeggina o shampoo antipediculosi).
Pettini e spazzole in genere devono essere disinfettati con acqua e disinfettante (es. Amuchina), lasciati in immersione.
Tutto ciò che non può essere lavato andrebbe depositato per 3 giorni interi in sacchetti per la spazzatura ben chiusi.

Il bambino può riprendere la frequenza scolastica la mattina successiva al primo trattamento, ma sarebbe meglio aspettare almeno 2 giorni.